Noi, schiavi dello zucchero

Una nota pubblicità diceva “lo zucchero fa bene al cervello!” in realtà nella sua storia, l’uomo non ha mai mangiato lo zucchero, oggi, invece, lo ritroviamo dappertutto, nei legumi in scatola, nelle fette biscottate, nel pane, forse perchè la qualità degli ingredienti di base è pessima e quindi va mascherata con il sapore dolce, infine nei succhi di frutta dove tra l’altro lo zucchero è già contenuto nella frutta. Lo zucchero è un dolcificante naturale, costituito da saccarosio e fruttosio.

Gli effetti dannosi sono legati principalmente ad un alto indice glicemico, cioè un innalzamento della glicemia, una maggiore predisposizione a malattie metaboliche gravi come il diabete ed alla presenza del fruttosio il quale non può essere considerato lo zucchero per i diabetici ( in commercio viene ricavato dal mais, e a meno che non vengano consumati  i prodotti biologici, più delle volte è mais OGM).noi-schiavi-dello-zucchero-diabete

Un buon motivo per ridurne il consumo è il metodo di produzione. Il classico zucchero bianco o saccarosio al fine di esser così bianco, come lo conosciamo, subisce un’enormità di processi: viene depurato con prodotti del tipo calce, trattato con anidride carbonica, acido solforoso, cotto, raffreddato, cristallizzato, centrifugato, filtrato, decolorato con carbone animale e colorato con coloranti (alcuni dei quali derivanti da catrame) e tutto per farlo così bianco e brillante.

Oggi l’industria alimentare ha quasi quadruplicato le dosi di zucchero, per cui chiedere come eliminare totalmente lo zucchero dalla dieta è un sacrificio troppo doloroso  ma possiamo abituarci a dei gusti meno dolci consumando alternative allo zucchero.noi-schiavi-dello-zucchero

Quali sono i sostituti naturali e come sceglierli?

MIELE è prodotto naturale, contiene glucosio e fruttosio ma anche sostanze ad alto valore terapeutico: vitamina C e una quantità di polifenoli che moderano l’azione negativa del fruttosio a differenza dello zucchero. Importante che il miele sia un prodotto biologico perché privo di pesticidi, fertilizzanti sintetici e microrganismi  ma con un elevato contenuto di elementi nutritivi, ciò che non si trova nei prodotti convenzionali.

STEVIA, un dolcificante naturale con un sapore più dolce del comune zucchero da tavola a zero calorie, rappresenta un’alternativa per obesi e diabetici; non provoca carie e non contiene ingredienti artificiali dal momento che origina da una pianta.

MALTO ( di riso e orzo) è un dolcificante naturale senza fruttosio, non è un prodotto raffinato e possiede universobio-miele-differenze-con-zuccherobuone quantità di magnesio, potassio e acido folico, ma anche di sostanze antiossidanti che lo rendono anche una valida arma contro l’invecchiamento cellulare. Meglio scegliere un prodotto biologico per assicurare il mantenimento di tutte le sostanze attive.

SCIROPPO D’ACERO  è fonte di nutrienti come vitamine e minerali importanti per la salute e per il funzionamento del metabolismo. Ed è proprio grazie a queste sostanze che svolge un’azione diuretica e snellente.

Se proprio non si riesce ad eliminare l’uso del comune zucchero da tavola,  se dieta e zuccheri risulta essere un ossimoro allora il consiglio è quello di sostituirlo con lo zucchero di canna grezzo biologico, ( ha un aspetto quasi sabbioso) ricco di melassa, oppure consumare fichi, uva passa, datteri, albicocche secche purché siano di provenienza biologica per assicurare qualità e rintracciabilità dei prodotti stessi.

Con questi semplici piccoli accorgimenti alimentari e acquistando prodotti biologici non è importante quanti zuccheri possiamo mangiare ma con la propria volontà si può, in meno di due mesi, eliminare la dipendenza da zucchero bianco che durava dall’infanzia, con benefici notevoli per il corpo e la salute.

Di seguito come preparare la marmellata senza zucchero

Lascia un commento