Prodotti biologici-I disturbi della menopausa si risolvono davvero con i farmaci?Berrino dice no!

Prodotti biologici– Da cosa dipendono i disturbi della menopausa? Come si possono prevenire? Dobbiamo proprio prendere farmaci? Sono domande che affliggono ogni donna. La dieta e lo stile di vita può in qualche modo risolvere questo temutissimo problema? Alcune donne lo vivono allegramente, altre soffrono terribilmente e si sentono depresse. La menopausa è un periodo in cui tutto il corpo cambia, si accentuano le rughe, la mucosa vaginale è meno lubrificata, la pressione del sangue fa brutti scherzi, la pancia gonfia, cominciano un po’ di dolori alle ossa. Poi si scopre che il colesterolo è alto, o la glicemia, o i trigliceridi.

Si finisce così per consultare uno o più specialisti e si corre il rischio di cadere nella trappola dei farmaci. La terapia ormonale sostitutiva, che molti medici sconsiderati prescrivono anche in assenza di disturbi, le medicine per la pressione, spesso prescritte anche se la pressione è solo appena un po’ troppo alta e sarebbe possibile controllarla con una migliore igiene di vita, gli antidepressivi, gli integratori alimentari, le medicine per il colesterolo alto, per
l’osteoporosi. Una schiavitù che può durare per tutta la vita.
prodotti-biologici-blog.universobio-menopausa-farmaci

Naturalmente ci sono casi in cui queste medicine sono veramente indicate, ma nella maggior parte dei casi
ci sono alternative. Quali? Innanzitutto cogliere l’occasione per ripensare alla propria vita, a come la si conduce (ciò
naturalmente vale anche per gli uomini). La menopausa non è una tragedia, non è sinonimo di invecchiamento, non vuol dire perdere la bellezza, né diventare meno attraenti, meno desiderabili. E’ un cambiamento, ed ogni cambiamento è un’occasione di migliorarsi, di riacquistare la salute. La salute, secondo la filosofia dell’Estremo oriente, è un equilibrio di forze espansive e di forze centripete, di freddo e di caldo, di elementi maschili e femminili. La menopausa è uno squilibrio per cui bisogna rispondere con un equilibrio, una dieta equilibrata ad esempio, libera dai condizionamenti della società dei consumi, un aumento dell’attività fisica se si era diventati troppo sedentari, un po’ di riposo se ci si era strapazzati troppo. prodotti-biologici-blog.universobio-menopausa-attività-sportiva
Per dieta equilibrata la medicina occidentale intende un po’di tutto, tanto di proteine, tanto digrassi, tanto di carboidrati, tanto di vitamine, tanto di calcio, eccetera, praticamente come si mangia sempre. La medicina orientale intende invece tutt’altro: privilegiare gli alimenti equilibrati come i cereali integrali meglio se sono biologici, un po’ di legumi bio, un po’ di verdure fresche, di stagione e biologiche, ogni tanto il pesce, evitando gli alimenti  come le carni, specie quelle rosse, i formaggi stagionati, salumi, zucchero, bevande gasate, bevande zuccherate, latte e yogurt. Ma come? Molti medici raccomandano di mangiare tanto formaggio e latte per l’osteoporosi! Sì, nella convinzione ingenua che essendo ricchi di calcio irrobustiscano le ossa, ma questi medici sbagliano perché la fisiologia insegna che più proteine animali si mangiano (quindi carne, latte e formaggi) più il nostro sangue si acidifica, e per tamponare questa acidità le nostre ossa cedono sali basici di calcio, favorendo quindi, non certo riducendo, l’osteoporosi. All’età della menopausa non c’è più bisogno di tante proteine, e neanche di tanto cibo: è l’ora di pensare ad una vita più parca, ad un’alimentazione di qualità migliore, ma di quantità ristretta. Allora prendiamo appunti e vediamo cosa modificare nella nostra dieta e nello stile di vita: prodotti-biologici-legumi
Una cosa da fare, per la salute delle ossa e delle articolazioni, è sostituire il parmigiano con il gomasio (semi di sesamo tostati con sale), un alimento ricchissimo di calcio e con molti altri pregi, mangiando ogni tanto la zuppa di pesce o la frittura di pesciolini (dove si mangiano anche le lische), che oltre adessere ricchi di calcio forniscono vitamina D, e mangiando cavoli, broccoli, legumi, e cereali integrali, assicuratevi che siano biologici perchè senza pesticidi, anch’essi buona fonte di calcio, e le verdure di stagione fresche e biologiche. L’altra cosa da fare, per la salute delle ossa ma anche per la salute in generale, per la prevenzione del cancro al seno e all‟intestino,per la prevenzione dell’ipertensione e delle malattie di cuore, ben più importante che prendere medicine, è muoversi, camminare, andare in montagna, fare sport, ginnastica, yoga (molto meglio che prendere tranquillanti), meglio all’aria aperta (il sole fa bene alle ossa) che in palestra. Se non l’avete mai fatto, la menopausa è un’ottima occasione per cominciare.
Il segreto è imparare da come mangiavano i vecchi, la dieta povera, che è la più gustosa ed equilibrata: pasta e fagioli (da masticare bene perché non si gonfi la pancia), con i broccoli o le cime di rapa, il cous-cous con i ceci, il riso integrale quello bianco potete anche buttarlo, con le lenticchie o con le verdure fresche saltate in padella, il miglio con la zucca e le carote, le minestre d’orzo o di farro, le zuppe di verdura, le mille ricette della cucina popolare. E i dolci senza zucchero. Ma se stiamo bene e ci viene voglia di un frutto proibito, di un cioccolatino, di patatine o di prosciutto crudo, non è il caso di negarcelo, purchè sia un assaggio, non un’abbuffata. Questa dieta, con l’attività fisica, aiuterà a perdere peso, a risolvere la stitichezza, a regolare tutte le funzioni dell’organismo, a prevenire le malattie croniche (diabete, ipertensione, aterosclerosi, fratture osteoporotiche, cataratta e molti tumori) e a ridurre i disturbi menopausali, senza bisogno di ormoni, né di altri farmaci.
Cibo dell’uomo- Franco Berrino

Comment List

  • licia 14 / 01 / 2016 Reply

    io seguo gia un alimentazione sana.essendo entrata in menopausa soffro fi caldane.ho provato ogni rimedio vegetale ogni erba ma le caldane non cessano.perche?

    • UniversoBio 16 / 01 / 2016 Reply

      Ciao Licia. Quando si parla di corretta alimentazione, variata ed equilibrata, ognuno di noi ha le proprie convinzioni, ma la scelta dei cibi da variare ogni giorno e le modalità con cui prepararli hanno delle regole precise che è bene imparare. In un recente studio pubblicato sulla rivista scientifica Menopause Journal, le vampate e le sudorazioni notturne possono essere risolte modificando il regime alimentare in particolare ridurre grassi, aumentare la quota di frutta e verdura e l’assunzione di fibre (per esempio pasta,pane, riso, cereali integrali), oltre che la perdita di peso corporeo. Combina il tutto anche con l’attività fisica che facilita la perdita di peso, regola tutte le funzioni dell’organismo e riduce i disturbi menopausali. Per maggiori informazioni chiedi al tuo medico di fiducia. Buona giornata 🙂

Lascia un commento