Prodotti biologici per bambini

Pensiamo che nei prodotti per la prima infanzia l’inci sia impeccabile, proteggere la pelle dei bambini da irritazioni e arrossamenti è molto importante, soprattutto in prossimità degli organi genitali, per questo tendiamo a pensare e a fidarci che nei prodotti pensati per i neonati e per l’igiene dei bambini siano prodotti naturali, privi sostanze chimiche o di sintesi allergizzanti il più delle volte con effetti tossici.

Prima di spiegare quali siano queste sostanze dagli effetti tossici, spieghiamo cos’è l’inci.

L’inci sta per International Nomenclature of Cosmetic Ingredients, è una denominazione internazionale utilizzata per indicare in etichetta i diversi ingredienti presenti all’interno di un prodotto cosmetico, i singoli ingredienti vengono riportati in ordine decrescente.

L’acquisto compulsivo di questi prodotti si trasforma in una scelta sbagliata: vuoi perché alcuni di questi prodotti pensati per i neonati, contengono troppo spesso sostanze dannose, vuoi perché la pelle del bambino non necessita di tanti cosmetici. Una detersione prolungata con mille prodotti, magari anche di “marca” come il conosciutissimo olio johnson, contenenti ingredienti di origine chimica a dir poco discutibili, rischia di non apportare alcun beneficio per la cura dei bambini.prodotti biologici

Salviette, oli “naturali”, creme idratanti, bagnoschiuma, latte detergente contengono parabeni, petrolati, paraffina (ricavata dal petrolio), tensioattivi di derivazione petrolchimica, come il Sodium laureth sulfate e fenossietanolo: ospiti sgraditi per la salute della pelle dei bambini. Tra l’altro la cute dei neonati è priva del film idrolipidico (solo dalla pubertà in poi viene prodotto il sebo, importante lubrificante naturale della cute) risultando molto morbida, fragile e molto permeabile, quindi più sensibile all’azione degli agenti esterni: la loro pelle è più facilmente aggredibile non solo da batteri, freddo e sole, ma anche da sostanze irritanti e di sintesi. Fortunatamente la maggior parte dei consumatori  è diventata più consapevole ed attenta e si orienta in direzione dei prodotti biologici che offrono garanzie per quanto riguarda le pregiate materie prime impiegate nella formulazione e che evitano sostanze chimiche o di sintesi.

Stesso discorso per quanto riguarda gli alimenti per bambini e neonati: I bambini sono più sensibili alle sostanze tossiche rispetto agli adulti. Da numerosi studi si evince che gli alimenti biologici per neonati e per bambini, privi di pesticidi, favoriscono lo sviluppo del corpo e del cervello, per questo motivo i prodotti consigliati per la prima infanzia sono  pappe e pastine per bambini, omogeneizzati, latte e biscotti di provenienza biologica.

Allora perché scegliere alimenti bio per bambini? I prodotti biologici sono prodotti derivati da un metodo di coltivazione, allevamento e trasformazione che utilizza solo sostanze naturali ed esclude l’utilizzo di sostanze di sintesi chimica (concimi, diserbanti, pesticidi) ed organismi geneticamente modificati, secondo regole precise messe a punto dalla Comunità Europea. La maggior parte, invece dei prodotti convenzionali sono ottenuti con metodi poco sostenibili e nella loro produzione si fa un largo uso di sostanze, in particolare gli organo-fosfati (OF), con effetti negativi sia di tipo acuto (tremori, cefalea, difficoltà respiratorie) sia cronico (disturbi neurologici, ansia), sia per quanto riguarda l’esposizione in gravidanza dei feti (ritardo mentale, basso quoziente intellettivo e altro). Essendo sostanze liposolubili si accumulano nei tessuti adiposi e poiché i bambini presentano una percentuale di grasso maggiore rispetto agli adulti, molti di questi pesticidi si accumulano nel tessuto adiposo. Le cellule dei bambini, inoltre, si sviluppano rapidamente e sono soggette agli effetti tossici dei pesticidi più di quanto non lo siano le cellule già cresciute.

E’ vero che il cibo biologico è più nutriente?

Dal momento che il sistema di produzione è diverso da quello convenzionale, frutta e verdura biologica contengono un maggiore contenuto  di elementi nutritivi. Per cui i prodotti consigliati sia per voi stessi che per il vostro bambino dovrebbero essere sempre di provenienza biologica; in più il cibo biologico è più economico anche se si può pensare il contrario, vi permetterà di risparmiare sulle spese mediche in un secondo momento per tutti gli effetti negativi che abbiamo elencato sopra.

Infine un altro fattore da non trascurare per la salute dei bambini è l’utilizzo di detersivi bio per il bucato e detergenti per la casa. Purtroppo i detersivi in commercio, possono spesso risultare aggressivi e dannosi per l’organismo, soprattutto per la salute di bambini e neonati. Una buona parte di detergenti contiene, infatti, fosfati, parabeni, conservanti e altre sostanze ancora più cancerogene come formaldeide e cloroformio. I prodotti da scegliere devono essere certificati per l’utilizzo di materie prime naturali e di provenienza vegetale  al 100%. C’è da ricordare che il ciclo di produzione e distribuzione dei detersivi bio è etico e sostenibile e non sono testati sugli animali.

Un bel carico di composti “chiacchierati”, insomma, che fa sorgere istintivamente una domanda: ma è davvero indispensabile ricorrere a tutti questi prodotti di sintesi per la cosmesi dei bambini? rinunciando a qualcuno di questi trattamenti faremo il bene della pelle dei nostri figli? Sarà meglio affidarsi a prodotti biologici e magari scegliamo dei prodotti naturali, ecobio per la cosmesi dei bambini.

Lascia un commento