Perché scegliere prodotti biologici?

Prodotti biologici nascono dal principio generale del rispetto per la natura. La loro produzione si fonda perciò su obiettivi e valori etici, oltre che su pratiche comuni, ideati per minimizzare l’impatto umano nell’ambiente e allo stesso tempo permettere al sistema agricolo di operare nel modopiù naturale possibile. Cosa hanno di diverso da quelli “convenzionali”? Sebbene siano entrambi prodotti destinati all’alimentazione umana ed animale, ambedue derivano da processi produttivi estremamente diversi, vediamo insieme quali sono i presupposti e gli obiettivi:prodotti-biologici-perchè-sciegliere-biologico-biodiversità

  • Si mantiene l’armonia con la natura, mantenendo la fertilità del suolo senza l’ausilio di fitofarmaci e concimi chimici, OGM, radiazioni, diserbanti, insetticidi ed inutili additivi, sostanze che a lungo impediscono il normale sviluppo delle capacità di autodifesa delle piante, oltre ad essere dannose per l’uomo e per animali.
  • Il fine è di sostenere un’agricoltura fonte di vita, lottare contro il saccheggio dell’ambiente, sfruttamento eccessivo delle risorse naturali, in particolare del suolo, dell’acqua e dell’aria, utilizzando invece tali risorse all’interno di un modello di sviluppo che possa durare nel tempo, ottenere prodotti di qualità in grado di soddisfare le esigenze di salute del consumatore.

I prodotti biologici pongono attenzione anche ai sistemi di allevamento, in particolare la massima attenzione al benessere degli animali che si nutrono di erba e foraggio biologico e non assumono antibiotici, ormoni o altre sostanze che stimolino artificialmente la crescita e la produzione di latte ma consente agli animali allevati di esprimere il loro comportamento naturale e fisiologico. Inoltre, nelle aziende agricole devono esserci ampi spazi perché gli animali possano muoversi e pascolare liberamente.
Abbiamo elencato i dieci punti per invitarvi a scegliere prodotti biologici:

  1. È privo di sostanze chimiche. I prodotti biologici sono realizzati secondo regole restrittive tese a rispettare l’ambiente e gli animali. I prodotti biologici sono per tanto privi di pesticidi o fertilizzanti sintetici, mentre gli allevamenti non fanno uso di antibiotici. Tutti gli alimenti non contengono additivi e coadiuvanti
  2. Protegge i bambini nella fase di crescita. I bambini sono più sensibili alle tossine rispetto agli adulti. Un’alimentazione biologica, priva di pesticidi, favorisce lo sviluppo del corpo e del cervello del bambino.
  3.  Preserva la qualità dell’acqua e dell’aria. L’acqua potabile e l’aria rappresentano le nostre risorse più importanti. Il sistema agricolo biologico riduce al minimo il rilascio di residui nell’aria e nell’acqua. Allo stesso tempo aiuta a mantenere, o perfino a migliorare, la qualità delle acque.
  4.  Previene l’erosione del suolo e ne migliora le qualità. L’agricoltura biologica non cerca solo di mantenere il terreno in un buono stato di salute, fertile e naturale cerca anche di migliorarne le condizioni attraverso la fornitura di nutrienti appropriati, miglioramenti della struttura del terreno e un’efficace gestione dell’acqua.
  5.  Preserva il paesaggio. L’agricoltura biologica adotta pratiche che aiutano a migliorare e conservare il paesaggio rurale.
  6.  Risparmia energia. L’agricoltura biologica comporta un consumo energetico di gran lunga inferiore a quello necessario alla coltivazione tradizionale che fa uso massiccio di fitofarmaci.
  7. Protegge la salute degli agricoltori. Le aziende agricole biologiche sono più sicure per chi ci lavora. Gli agricoltori non sono esposti a veleni e pesticidi nocivi alla loro salute.
  8. Sostiene le comunità rurali minori. Le aziende biologiche tendono a essere più piccole e più diversificate rispetto alle aziende non biologiche, assicurando alle famiglie produttrici indipendenti sostentamento e sviluppo.
  9.  Promuove la biodiversità.  Non solo sono allevati e coltivati più animali e piante, ma anche più piante e animali originari di una particolare area crescono in modo naturale, cercando di fare attenzione anche alla conservazione delle specie in via di estinzione.
  10. È un prodotto di qualità. Qualità riferita al contenuto di elementi nutritivi del prodotto, al gusto ed all’accettabilità, assenza di microrganismi e di sostanze indesiderate, è sicuro in quanto sottoposto ad ulteriori controlli che ne garantiscono riconoscibilità e affidabilità per i consumatori.