Il miracolo della melatonina: ritarda l’invecchiamento fisico e mentale

Prodotti biologici– Walter Pierpaoli è lo scopritore dei benefici effetti della Melatonina, ha dedicato gli ultimi decenni per cercare di accedere al potenziale della ghiandola pineale e scoprire se ristabilendo i valori giovanili prodotti-biologici-pierpaoli-melatoninadi melatonina il corpo possa mantenersi vivo e forte molto più a lungo. In accordo con altri esperti egli afferma che la melatonina non può essere considerata un ormone nel senso classico del termine pur essendo essa secreta da una ghiandola. La melatonina è una sostanza secreta dalla ghiandola pineale che studi approfonditi hanno dimostrato avere effetti rilevanti per l’allugamento della vita umana operando come regolatore del ritmo circadiano, come restauratore dei ritmi ormonali giovanili e soprattutto oltre a sincronizzare il ritmo” sonno- veglia” è un potentissimo antiossidante cellulare ed immunostimolante.prodotti-biologici-ghiandola-pineale

Essa aumenta di notte con il buio, diminuisce di giorno con la luce, e la sua produzione è ostacolata dall’invecchiamento, dallo stress, dai campi elettromagnetici, malattie cardiovascolari, in caso di cicli di lavoro intensi, turni notturni di lavoro, molto frequenti nella società moderna. La ghiandola Pineale (epifisi) è grande all’incirca come una nocciola e si trova al centro esatto del cervello.

La melatonina viene sintetizzata nell’organismo anche da altri organi per esempio, la retina, la mucosa intestinale, nei megacariociti, nelle piastrine e, nei roditori, nelle ghiandole Harderiane; se si asporta la pineale la melatonina circolante non scompare come invece avviene quando vengono rimosse le ghiandole endocrine (ipofisi, tiroide, surrenali, gonadi);
Un’ assunzione regolare di melatonina mette “a riposo” la Pineale preservandola dall’invecchiamento perchè gli enzimi dell’organismo umano non si attivano per produrla. 
Secondo Pierpaoli l’invecchiamento è semplicemente un processo evolutivo dello sviluppo, un “programma” come la crescita e la fertilità, legato al patrimonio genetico della specie e dell’individuo ed espresso tramite  il mantenimento prima, e poi  il decadimento progressivo dei cicli ormonali. Pertanto, se l’invecchiamento è un evento ormonale programmato, il programma può certamente essere modificato e invertito mediante un strategia di ri-programmazione! L’espressione delle malattie tipiche della senescenza come ad esempio la “sindrome metabolica” ( vale a dire ipertensione, iperglicemia, ipercolesterolemia e adiposità viscerale) non dipendono e non sono una conseguenza dell’invecchiamento stesso, ma piuttosto di un’ alterazione e de-sincronizzazione della ciclicità ormonale diurna e notturna, prodotta da malattie e dai fattori endogeni ed esogeni che alterano e appiattiscono i ritmi ormonali giovanili (fattori di stress psichici e sociali, tendenza ereditaria ad alterazioni enzimatiche e metaboliche, infezioni batteriche e virali acute e croniche, abitudini e carenze alimentari, condizioni di vita ambientale, agenti tossici, contaminazioni, radiazioni varie, eccetera). Quindi “risincronizzando la ciclicità dell’orologio ormonale” si ottiene il mantenimento della salute e dell’integrità biologica del corpo.

L’efficacia della melatonina esogena è quella di riprodurre nell’organismo il picco notturno fisiologico di Melatonina prodotta dalla Ghiandola Pineale, che è tipico dell’età giovanile.prodotti-biologici-picco-melatonico-notturno Non tutte le formulazioni sono adatte a creare un picco notturno giovanile all’ora giusta: un rilascio rapido o uno ritardato altererebbe il picco notturno e sconvolgerebbe i ritmi ormonali controllati dalla Ghiandola Pineale. In tal modo il picco giovanile notturno così indotto mantiene i ritmi biologici che controllano ormoni e immunità e quindi previene  dalle malattie degenerative tipiche dell’invecchiamento come  l’ipertensione, la degenerazione di vasi ed arterie (arteriosclerosi), le malattie autoimmuni.

Esiste anche un’evidenza clinica che la melatonina  in associazione a elementi minerali-traccia come Zinco, Selenio riesce a prevenire e anche a curare una varietà di malattie come ad esempio: le infezioni virali, le malattie auto-immunitarie, e migliora la terapia dei tumori. Lo zinco è un fattore molto importante per la formazione di oltre 200 enzimi, infatti con l’invecchiamento dimunisce la capacità dell’intestino di assimilare lo zinco. “Il binomio melatonina-zinco, spiega Pierpaoli, è la base biologica della re-sincronizzazione del sistema ormonale semplicemente perché  tale associazione, come da noi dimostrato, dà inizio ad una serie di eventi a catena che automaticamente ristabilizzano l’equilibrio ormonale perduto. Abbiamo infatti scoperto una chiave biologica fondamentale che ci permette di frenare l’invecchiamento. Il mantenimento della integrità della ghiandola pineale con melatonina e zinco ( associato alla melatonina nella sua forma di sale organico, orotato  nel nostro caso) permette alla melatonina di esercitare in modo ottimale la sua funzione  con un meccanismo che fa capo alla sua struttura elettronica .Quindi: l’invecchiamento è perfettamente frenabile e reversibile con la melatonina purissima associata allo zinco che mantiene la funzione della pineale e ricostituisce rapidamente tutti i ritmi ormonali.”

La base della salute è quindi il mantenimento di una ciclicità ormonale giovanile!

Fonte: dr.pierpaoli

Salva

Salva

Lascia un commento