Il fumo, the big killers, “ruba” dieci anni di vita oltre la vita stessa!

In Europa fuma il 25% della popolazione adulta. Un dato molto preoccupante, che determina elevate percentuali di patologie correlate al fumo non solo nel breve, ma anche nel lungo periodo. Purtroppo la diffusione di questo vizio cresce tra i giovani, in particolare tra ragazze. In Italia risulta che il 30% degli alunni di prima media ha già provato la prima sigaretta. Secondo il pneumologo dell’Istituto dei Tumori di Milano, soltando per cancro al polmone si calcolano circa 500.000 decessi ogni anno nei Paesi dell’Unione Europea, il 90% dei quali sono dovuti al fumo. In parole povere, se il fumo non esistesse più, il tumore al polmone cesserebbe di essere uno dei big killers, diventando al contrario un tumore raro nella popolazione generale.prodotti-biologici-fumo-effetti-salute

Ma il fumo non causa solo il cancro: circa il 20% dei fumatori accusa la bronchite cronica ostruttiva, malattia temibile che causa continue infezioni respiratorie e crisi di “fame d’aria”. In sintesi: l‘aspettativa di vita del fumatore è di dieci anni inferiore a quella del non fumatore, con una qualità di vita generale peggiore.

QUALI SONO LE SOSTANZE PRESENTI NEL TABACCO?universobio-fumo-toglie-10-anni-di-vita

Più di 4000 sostanze pericolose, un vero cocktail tossico, tra le quali le più importanti per la loro pericolosità sono:

  • La nicotina, considerata oramai una droga a tutti gli effetti
  • Il condensato ( CATRAME) non c’è da aggiungere altro
  • Il famigerato PM10, cioè le polveri sottili fini e ultrafini capaci di veicolare anche nel sangue
  • Il monossido di carbonio, un gas velenoso particolarmente insidioso in quanto inodore, incolore e insaporeE’ proprio quest’ultimo che impedisce la normale ossigenazione dei tessuti perchè si lega avidamente ai globuli rossi ( 250 volte meglio di quanto riesce a fare l’ossigeno) determinando così una continua intossicazione del sangue, degli organi e degli apparati (cuore, cervello, reni, muscoli) e un conseguente deficit delle nostre performance. Non va dimenticato il rischio di embolia polmonare associato a fumo ed utilizzo della pillola anticoncezionale.

E IL FUMO PASSIVO?

E’ stato dimostrato che raddoppia il rischio di tumore polmonare nelle mogli non fumatrici di fumatori, per un totale di circa 3000 decessi all’anno. Il rischio di infarto è aumentato in modo analogo a causa prodotti-biologici-universobiodel fumo indiretto in casa, i bambini esposti al fumo presentano frequenti riacutizzazioni asmatiche, e si stimano tra gli 8.000 e 26.000 ogni anno i nuovi casi si asma legati al fumo passivo. Il PM10 associato a fumo passivo risulta 10 volte superiore ai valori raggiunti nelle nostre città più inquinate, nei bambini impedisce il completamento delle loro capacità respiratorie.

Anche per il bene della salute del nostro amico a quattro zampe, la British Veterinary Association (BVA)  e  British prodotti-biologici-universobio-fumo-passivo-dannoso-anche-per-per-i-petSmall Animal Veterinary Association (BSAVA) ha dimostrato una correlazione tra i livelli di nicotina rilevati nel pelo dei cani e la loro esposizione alle sigarette in casa e che l’esposizione dei cani al fumo passivo può causare seri danni alla loro salute, fino ad aumentare il rischio di sviluppare il cancro.

In conclusione, i danni da fumo sia attivo sia passivo, vengono ormai definiti una vera e propria epidemia colpendo sempre più i giovani.
Il fumo uccide, non risparmia nessuno! SMETTI ADESSO!

Lascia un commento