Food ReLOVution, cambiamo il mondo con il cibo! (VIDEO)

Prodotti biologici– Food ReLOVution, non hai più scuse per continuare a tenere gli occhi chiusi! Tutto ciò che mangi ha una conseguenza. E’un coinvolgente e rivelatore documentario che esamina le conseguenze della cultura della carne in vista della crescente preoccupazione per gli impatti sulla salute, sulla fame nel mondo, sul benessere degli animali e sull’ambiente. prodotti-biologici-allevamenti-intensivi-food-relovutionThomas Torelli dice “Il film ha la pretesa di fornire strumenti necessari a chi è abituato a mangiare carne senza preoccuparsi delle conseguenze. Non c’è un giudizio di fondo, bensì il desiderio di stimolare una riflessione, di sfatare le consuetudini e di arrivare a un risultato tangibile. Anche amare solo una delle tre categorie trattate (te stesso, ambiente, animali) porta a un miglioramento. Non solo personale. Bisogna sfatare il tabù che il comportamento del singolo non influisca sul totale. Ogni goccia smuove il mare. Ogni comportamento è importante ai fini del risultato. Dobbiamo anche dire che l’uomo ha trasformato l’industria alimentare in un processo utilitaristico volto solo al guadagno, il fine non è più nutrire, ma generare il massimo profitto. La maggior parte del cibo che passa per l’industria è dannoso per l’uomo. Dannoso nel tempo. E parliamo solo di coloro che hanno accesso alle risorse alimentari. Gli altri sono destinati a morire di fame. Sempre in nome del business”.

Aspetti fondamentali su cui si sofferma il film:
Danni sulla salute umana conseguenza di una cattiva alimentazione. Il film parte dagli studi di T. Colin Campbell prodotti-biologici-cornetti-grassi-idrogenatiper arrivare ai danni che un consumo eccessivo di proteine animali produce sull’ambiente. Basti pensare che per produrre un chilo di carne da allevamento intensivo si consumano più di 16mila litri di acqua, per esempio. Gli animali inoltre mangiano cereali che potrebbero benissimo sfamare schiere e schiere di persone oggi malnutrite. L’eccesso è divenuto insostenibile, è assurdo uccidere 70 miliardi di animali l’anno per mangiarli, è saltata ogni regola di convivenza sul pianeta. Questi animali vivono, poi, in condizioni di una crudeltà unica, in modo innaturale, per loro forse la morte è il momento meno doloroso. Ebbene, mettere insieme tutti questi aspetti è ambizioso, è una grande sfida. Ma questo film vuole essere strumento per informare. L’obiettivo secondo Thomas Torelli  non è trasformare in vegane tutte le persone del mondo. “Qui paghiamo l’errore di avere diviso in fazioni le persone sul fronte alimentare e dove c’è divisione manca l’unione che fa la forza. Il fine è rendere consapevoli più prodotti-biologici-food-reLOVution-fame-nel-mondopersone possibile, perché quando si sa e si conosce, si cambiano di conseguenza le abitudini errate. Se dieci milioni di consumatori nel mondo decidessero di stare un giorno la settimana senza carne, ciò avrebbe già un impatto enorme sul pianeta”.

Infine aggiunge che il progetto di questo film è nato mentre veniva alla luce sua figlia Isabel. “Si può vivere seguendo le consuetudini della società in cui siamo cresciuti, ma il dono della vita che siamo in grado di dare, presuppone una grande responsabilità che può mettere in discussione quello che si è sempre saputo o dato per scontato, e genera una domanda fondamentale: come farò crescere mia figlia e che mondo si troverà ad affrontare? In un momento come quello attuale che stiamo vivendo, anche solo fare la spesa in maniera consapevole, sapere cosa si compra e cosa si mangia, è il primo importantissimo passo verso un mondo migliore. Perché il mondo cambia se prima cambiano le persone, partendo dai piccoli gesti quotidiani. Pensare in grande, si può. Basta volerlo.”

Tra gli esperti intervistati:

FRANCO BERRINO – Medico ed epidemiologo, già in forze all’Istituto Tumori di Milano. Autore di centinaia diprodotti-biologici-food-relovution-locandina pubblicazioni scientifiche, è stato uno dei pochi ricercatori italiani chiamati a collaborare alFood, nutrition, physical activity and the prevention of cancer, pubblicato nel 2007 dal World Cancer Research Fund. È un convinto assertore dell’utilità di una dieta “corretta” per evitare l’insorgere del cancro, tesi spesso illustrata nei suoi libri e nei suoi frequenti articoli sui principali quotidiani italiani.

THOMAS COLIN CAMPBELL – Per oltre 40 anni in prima linea nella ricerca nutrizionale. La summa del suo lavoro è rappresentata da The China Study, lo studio più completo sul rapporto tra alimentazione e patologie di cui è autore assieme al figlio Thomas M. Campbell. Campbell ha conseguito laurea specialistica e dottorato di ricerca alla Cornell University ed è stato ricercatore associato al MIT.

CARLO PETRINI – Gastronomo italiano. Ha fondato nel 1989 l’associazione internazionale Slow Food, movimento volto alla salvaguardia delle cucine locali e della qualità dei cibi. Dalle sue idee nascono la prima Università di Scienze Gastronomiche e manifestazioni quali Cheese, Salone del Gusto e Terra Madre.

VANDANA SHIVA – Scienziata, ambientalista e attivista indiana. Laureatasi in Fisica all’Università del Western Ontario, nel 1982 ha fondato la Research Foundation for Science, Technology and Natural Resource Policy (istituto di ricerca da lei diretto che si occupa di ecologia sociale) e nel 1987 Navdanya(Nove semi), un progetto che coinvolge le comunità rurali indiane volto a promuovere la conservazione delle biodiversità e i diritti degli agricoltori.

Sostieni la campagna di crowdfunding su: http://igg.me/at/foodrelovutionfilm/x/6430354

sito web: www.foodrelovution.com