Dieci ragioni per mangiare biologico

Scegliere prodotti biologici significa sopratutto rispettare salute e ambiente; la loro produzione si fonda su obiettivi e valori etici ideati per minimizzare l’impatto umano nell’ambiente e allo stesso tempo permettere al sistema agricolo di operare nel modo più naturale, sostenendo la natura e gli agricoltori. Cosa hanno di diverso da quelli “convenzionali”? Sebbene siano entrambi prodotti destinati all’alimentazione umana ed animale, ambedue derivano da processi produttivi estremamente diversi, vediamo insieme quali sono gli obiettivi:

  1. Viene mantenuto l’equilibrio della natura e la fertilità della terra senza l’ausilio di fitofarmaci, sementi ogm, radiazioni e concimi chimici: pesticidi e insetticidi. Tutte queste sostanze a lungo andare determinano la perdita della biodiversità, danneggiano tutto l’ecosistema, fauna, insetti, rane, uccelli e gli organismi del suolo che svolgono il loro ruolo nel rispetto dell’ecologia.dieci_ragioni_per_mangiare_biologico-agricoltura
  2. Il fine è di sostenere un’agricoltura fonte di vita, lottare contro il saccheggio dell’ambiente, contro lo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali, in particolare del suolo, dell’acqua e dell’aria, proteggendo la biodiversità e contrastare l’estinzione di specie animali e vegetali con processi innaturali, poco sostenibili e per niente responsabili nei confronti della natura e degli agricoltori.

 

I prodotti biologici pongono attenzione anche ai sistemi di allevamento, in particolare la massima attenzione al benessere degli animali che si nutrono di erba e foraggio biologico e non assumono antibiotici, ormoni o altre sostanze che stimolino artificialmente la crescita e la produzione di latte ma consente agli animali allevati di esprimere il loro comportamento naturale e fisiologico. Inoltre, nelle aziende biologiche più sicure ci sono ampi spazi in cui gli animali possono muoversi e pascolare liberamente garantendo una carne biologica 100% sicura e nel rispetto delle norme vigenti.

Abbiamo elencato i dieci punti per invitarvi a scegliere prodotti provenienti da agricoltura bio:

  1. È privo di sostanze chimiche. I prodotti biologici sono realizzati secondo regole restrittive tese a rispettare l’ambiente e gli animali. I prodotti biologici sono pertanto privi di pesticidi e insetticidi, gli animali non vengono esposti ad antibiotici e gli alimenti derivati sono privi di additivi e coadiuvanti.
  2. Protegge i bambini nella fase di allattamento e di crescita. I bambini sono più sensibili alle intossicazioni acute rispetto agli adulti. Un’alimentazione biologica, priva di pesticidi, favorisce lo sviluppo del corpo e del cervello del bambino, per questo motivo consigliamo per la prima infanzia di scegliere pappe e pastine, omogeneizzati, latte e biscotti, prodotti per l’igiene  e l’ idratazione dei bimbi sempre di provenienza biologica.
  3. Preserva la qualità dell’acqua e dell’aria. L’acqua potabile e l’aria rappresentano le nostre risorse più importanti. Il sistema agricolo biologico riduce al minimo il rilascio di residui nell’aria e nell’acqua. Allo stesso tempo aiuta a mantenere, o persino a migliorare, la qualità delle acque.
  4. Previene l’erosione del suolo e ne migliora le qualità. L’agricoltura biologica non cerca solo di mantenere la fertilità della terra, migliorare le condizioni attraverso la fornitura di nutrienti appropriati e un’efficace gestione dell’acqua.
  5. Preserva il paesaggio. L’agricoltura bio adotta pratiche che aiutano a migliorare e conservare il paesaggio rurale.
  6. Risparmia energia. Mangiare cibo biologico comporta un consumo energetico di gran lunga inferiore a quello necessario alla coltivazione tradizionale che fa uso massiccio di concimi tossici: erbicidi e insetticidi
  7. Protegge la “salute” della natura e  degli agricoltori. Le aziende agricole biologiche sono più sicure per chi ci lavora, infatti gli agricoltori non sono esposti a veleni e pesticidi che aumentano il rischio di cancro.
  8. Sostiene le comunità rurali minori. Le aziende biologiche tendono a essere più piccole e più diversificate rispetto alle aziende non biologiche, assicurando alle famiglie produttrici indipendenti sostentamento e sviluppo.
  9. Promuove la biodiversità.  Non solo sono allevati e coltivati più animali e piante, ma anche più piante e animali originari di una particolare area crescono in modo naturale, cercando di fare attenzione anche alla conservazione delle specie in via di estinzione.

È un prodotto di qualità. Qualità riferita al contenuto di nutrienti, alla quantità di vitamine, sapore migliore, assenza di microrganismi e di sostanze indesiderate, è sicuro, garantisce riconoscibilità, affidabilità per i consumatori e consigliati dai migliori nutrizionisti.

Lascia un commento