Depurarsi con alghe Kombu e funghi Shitake, la ricetta dell’estate

Questa ricetta racchiude le proprietà benefiche sia dell’alga Kombu che dei funghi Shitake molto utilizzati in Oriente.

L’alga Kombu è una delle alghe più consumate fin dall’antichità e ancora oggi in cucina si presta per insaporire, per addolcire in modo naturale, per ammorbidire altri cibi, per arricchire zuppe e stufati. Oltre ad essere molto versatile in cucina, l’alga kombu agisce come depurativo naturale dell’intestino, utile anche a chi soffre di fermentazioni intestinali e per chi si sta preparando a tornare in forma per la fatidica prova costume.

I funghi Shitake, infatti, possiedono delle proprietà medicinali in quanto aiutano il corpo a neutralizzare gli effetti di un consumo eccessivo di sale e di grassi animali.

Ingredienti:

  1. 6 tazze di acqua
  2. 20 cm. alghe Kombu bio seccata al sole
  3. 1 cipolla
  4. 1 carota
  5. 1 gamba di sedano
  6. 3-4 di funghi shitake (messi in ammollo almeno 1 ora)
  7. q.b. tamari, ½ fettina di limone per tazza
  8. q.b. prezzemolo tritato.

 

  1. Mettere lalga Kombu, i funghi e le verdure in una pentola con l’acqua fredda e bollite per circa 15 minuti.
  2. Con una schiumarola togliete le alghe Kombu (potrete riutilizzarla in qualche altro piatto) e proseguite la cottura altri 15 minuti.
  3. Togliete ora le verdure e aggiungete tamari finchè il brodo assume un colore simile al tè.
  4. Separate le cappelle dei funghi dai gambi e tagliatele a listarelle.
  5. Disponete nelle coppette qualche pezzetto di fungo, ½ fettina di limone e un pizzico di prezzemolo, versate il detox e servite, potete aggiungere anche pezzetti di tofu.

Consigliamo questa ricetta per chi presenta disturbi intestinali, come rimedio a coliti, utile anche come regolatrice dell’alta pressione sanguigna, specialmente negli anziani.

Lascia un commento