Cereali integrali, una piacevole scoperta!

C’è da chiedersi che differenza c’è tra cereali raffinati e perché preferire i cereali integrali meglio se sono prodotti biologici? La risposta va cercata all’interno del cereale integrale biologico stesso e nelle reazioni biochimiche che si creano nel nostro organismo una volta che li abbiamo mangiati.

Un prodotto biologico fatto con il grano (o il farro, o il riso, o l’orzo) integrale è molto più ricco di sostanze nutritive importantissime per la nostra salute, tra cui proteine, minerali come il calcio, il magnesio e il potassio, vitamine del gruppo B e vitamina E (contenuta nel germe del grano, ad esempio) e più fibre. Queste ultime mantengono in salute tutto il nostro intestino, in particolare il colon, e contrastano disturbi comuni come il meteorismo, la sindrome del colon irritabile, la stitichezza cronica o la diarrea.

Inoltre sempre le fibre idrosolubili dei nostri cereali integrali biologici riducono l’assorbimento di grassi come il colesterolo e di zuccheri in fase digestiva. A parità di quantità, poi, una porzione di pasta integrale, pane o insalata di riso integrale biologico ci sazia prima e più a lungo, ragion per cui questi ottimi alimenti sono da privilegiare proprio nelle diete dimagranti. I nutrizionisti più informati suggeriscono di consumare cereali a colazione, meglio se integrali e biologici. Inoltre, dal momento che dei cereali integrali biologici consumiamo tutto, incluso l’involucro esterno o crusca, meglio scegliere prodotti biologici, perché almeno siamo sicuri che non siano contaminati da agenti chimici nocivi.

Una volta spiegato perchè preferire cereali non raffinati, e quindi integrali,  a quelli raffinati, di seguito un elenco di cereali, tutti i tipi di cereali che possiamo introdurre nella nostra dieta:

  1. il Frumento
  2. il Riso
  3. l’Orzo
  4. il Mais
  5. l’Avena
  6. il Sorgo
  7. la Segale

 

Cereali senza glutine, da preferire sempre integrali e biologici, per i motivi descritti sopra.

Quali sono?

  1. Miglio: indicato chi fa fitness in quanto è considerato diuretico ed energizzante, utile per contrastare spossatezza, stress ed anemia
  2. Quinoa :è ricca di antiossidanti che contrastano i radicali liberi e rallentano l’invecchiamento del corpo
  3. Amaranto: ha una percentuale di calcio superiore a quella del latte nonché una buona quantità di magnesio, ferro e fosforo.
  4. Grano Saraceno:cereale che si differenzia dagli altri cereali per l’alto contenuto di flavonoidi che agiscono come antiossidanti e migliorare il flusso sanguigno e ad abbassare la pressione arteriosa.

Cereali integrali, quali comprare?  Come introdurli nella vostra dieta

  1. Per mangiare più cereali integrali biologici, sostituite i cereali raffinati con prodotti biologici integrali – ad esempio pane integrale biologico al posto di pane bianco o riso integrale al posto di riso bianco. Il riso bianco è sconsigliabile in tutti i tipi di dieta. E’ un cereale che durante il processo di raffinazione perde tutte le proprietà nutritive e benefici  che invece il riso integrale conserva intatte.
  2. Per variare, provate periodicamente riso integrale biologico o pasta di frumento integrale biologico. Provate un ripieno di riso integrale biologico per peperoni o pomodori al forno e maccheroni integrali per i maccheroni col formaggio.
  3. Usate cereali integrali biologici nei piatti misti, come orzo nelle minestre di verdura o stufati. Create un pilaf integrale con un misto di orzo, riso selvatico (zizzania) biologico, riso integrale biologico, brodo e spezie.

Per un tocco speciale, mescolate noci tostate o frutta secca a pezzettini. Sperimentate sostituendo la farina bianca in pancake, torte o altre ricette a base di farina con farina integrale biologica. Potrebbe essere necessario un tempo di lievitazione più lungo, ma il vostro palato e la vostra salute ringrazieranno!

Lascia un commento