Fette biscottate, tante e tutte diverse. Pochi ma semplici consigli su quali scegliere

Esistono diveri tipi di fette biscottate, integrali, di kamut, farro, senza lievito, con olio extravergine, senza zucchero, artigianali. Quali comprare? Innanzitutto ci soffermeremo sulle farine utilizzate, la maggior parte dei prodotti etichettati come integrali è prodotta con farine raffinate ( farina 00) a cui viene aggiunta una crusca finemente rimacinata, ossia un residuo della lavorazione 

Continua a Leggere…

Calabrese a Ballarò: “Se l’olio di palma fa male allora anche l’olio di colza fa male!”

Esclama così il nutrizionista Giorgio Calabrese durante la trasmissione Ballarò: “Non voglio difendere l’olio di palma, ma sarebbe stato più LOGICO invitare un nutrizionista ( ????)….perchè l’olio di palma non fa male poi se è solo per un discorso ambientalistico allora mi fermo qui“. Come se la devastazione dell’ecosistema (deforestazione ed estinzione di specie animali) 

Continua a Leggere…

Olio di semi di canapa, un potente elisir della salute

Prodotti biologici– Ottimo come alimento (semi, olio e farina sono considerati un “vaccino nutrizionale”), insostituibile nei biocosmetici, confortevole fibra tessile ed eccellente materiale per l’isolamento termico. Gli utilizzi della canapa sembrano infiniti e, con la Circolare del 2 maggio 2009, il Ministero della Salute ha consentito la produzione e la commercializzazione di prodotti alimentari a 

Continua a Leggere…

Il futuro è bio! Tante famiglie scelgono prodotti bio per la salute e per l’ambiente

I prodotti biologici nascono dal principio generale del rispetto per la natura. La loro produzione si fonda perciò su obiettivi e valori etici, oltre che su pratiche comuni, ideati per minimizzare l’impatto umano nell’ambiente e allo stesso tempo permettere al sistema agricolo di operare nel modo più naturale possibile. I prodotti biologici pongono attenzione anche 

Continua a Leggere…

Sindrome metabolica, il comune denominatore di molte malattie croniche

Prodotti biologici– Viviamo in un’ epoca caratterizzata da sedentarietà, da una dieta ricca di alimenti raffinati e di origine animale , questo stile occidentale contribuisce a gran parte delle patologie croniche come il diabete, malattie cardiovascolari, tumori, demenze senili, osteoporosi, obesità ed ipertensione. Ci sono sempre più prove che la scelta di uno stile di 

Continua a Leggere…

Macrobiotica, la via della salute e della felicità

Prodotti biologici– Deriva dall’unione delle parole greche: “makros” e “bios” il cui significato è letteralmente: lunga vita, grande vita, vita piena. La macrobiotica prepara alla felicità, la pratica ci aiuta a diventare responsabili della salute, della felicità, consapevoli che siamo causa delle nostre malattie. E’ un’antichissima filosofia orientale, di 5000 anni fa, il cui orientamento 

Continua a Leggere…

Zucchero di Foresta, fonte naturale di ferro ed utile nella riforestazione

Prodotti biologici– Lo zucchero di Foresta è un ingrediente poco conosciuto nelle cucine italiane ma nasconde notevoli proprietà e benefici. Lo Zucchero di Foresta viene estratto dalla linfa dell’Arenga pinnata, una speciale varietà di palma coltivata in Indonesia; è una speciale varietà di palma (alternativa alla palma da olio) coltivata dalle popolazioni dell’Indonesia, per le 

Continua a Leggere…

Vademecum “Pronto soccorso intestinale”

Prodotti biologici– In questo testo il Prof. Berrino dispensa consigli alimentari per varie patologie, tra cui bruciore di stomaco, cattiva digestione, colite, diarrea, stitichezza, sonnolenza post-prandiale, colesterolo alto, glicemia alta, pressione alta,osteoporosi etc. Alito cattivo: Rivoluzionate la vostra alimentazione togliendo i cibi animali e masticando bene quelli vegetali, lavate accuratamente i denti ad ogni pasto, 

Continua a Leggere…

“Dottore, cosa mangio?” – “Quel che vuole!”

Prodotti biologici– È la risposta abituale degli oncologi al paziente che chiede istruzioni su cosa mangiare per aiutare le terapie e favorire la guarigione, risposta spesso accompagnata da un invito a mangiare bistecche per tenersi su. Molti siti di centri oncologici ancora sciorinano suggerimenti per un’alimentazione ipercalorica, con gelati, pasticcini, carni e formaggi, raccomandazioni non 

Continua a Leggere…

La carne è cancerogena anche per il pianeta. Ecco come ci ritroveremo

Prodotti biologici– Si è parlato molto, di recente, dell’impatto della carne sulla salute umana, ma purtroppo si sono trascurati altri aspetti altrettanto importanti: il consumo delle risorse, l’inquinamento idrico, la deforestazione, la degradazione del suolo, la perdita della biodiversità, la violazione dei diritti umani per quelle popolazioni autoctone che vivono nei territori sfruttati dagli allevatori 

Continua a Leggere…

Cosa bolle in pentola? I pericoli della cottura (VIDEO)

Prodotti biologici– Cosa bolle in pentola? I pericoli della cottura. Frittura? Bollitura? cottura a vapore? Cottura alla griglia? Cottura al microonde? Sono vari sistemi di cottura alcuni salutari altri non troppo pericolosi come si crede. La cottura modifica sia le qualità organolettiche ma anche nutritive del cibo. Invece, il cibo consumato crudo, si sa, permette che i molti nutrienti vengano 

Continua a Leggere…

Sospetti su carne rossa ed insaccati? Noto già con lo studio EPIC

Prodotti biologici– Dopo la notizia che ha lasciato tutti senza parole perché a comunicarlo è stato L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), ora si cerca di interpretare e quasi di giustificare quei dati. La parola viene data ai grandi esperti: si intervistano macellai, il presidente dell’Associazione Nazionale Carni e Salumi, veterinari (nulla contro i veterinari ma 

Continua a Leggere…

Prodotti biologici- Carni rosse lavorate, cancerogene come sigarette, alcol, amianto e arsenico.

Prodoti biologici– Le carni rosse lavorate entrano nella lista dei cancerogeni stilata dall’Oms. Proprio come sigarette, alcol, amianto e arsenico. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità mangiare 50 g di carne lavorata al giorno, meno di due fette di pancetta per intenderci, aumenterebbe del 18 per cento la probabilità di sviluppare il cancro del colon-retto. “Anche 

Continua a Leggere…