Bevete tè, purchè sia tè bancha!

Per il , in Cina e Giappone è un vero e proprio rito, esistono varie leggende sulla storia e le sue origini. Chi dice che l’invenzione del tè si deve all’imperatore Shen Nung, il primo a coltivare la pianta del tè nei propri giardini. La leggenda indiana parla invece di Darma, un giovane monaco, che avendo fatto voto di restare sveglio ininterrottamente per sette anni, riuscì ad ingannare il sonno masticando le foglie di una pianta dalle virtù speciali: il tè.tè-bancha-giappone

Per i giapponesi, invece, fu il Buddha durante una lunga meditazione, si strappò le ciglia e queste cadendo fecero nascere la pianta del tè. Da noi, in occidente, il tè arriva con oltre 2000 anni di ritardo nonostante le sue meravigliose proprietà e benefici; è un’ottima alternativa al caffè, dal momento che è ricca di antiossidanti, sudorifera, tonica, toglie lo stimolo della fame, è un buon diuretico, consigliato sopratutto per chi soffre o ha sofferto disturbi dell’apparato digerente.

In Giappone, il tè verde bancha, che significa “tè comune” (è una bevanda di tutti i giorni, di uso comune perché può essere un’alternativa all’acqua ), esiste in due varianti: l’hojicha che viene ricavato dalle foglie dell’albero (Camellia Japonica); e il kukicha si ottiene dai rametti tostati della pianta invecchiata di 3 anni, per questo viene chiamato anche “tè a rametti” o “tè dei 3 anni”.

Proprietà e benefici

Questa bevanda è adatta non solo agli adulti ma anche ai bambini per un contenuto di caffeina assai ridotto o nullo e perchè non è raffinata. Le proprietà benefiche possono essere riassunte in quanto segue

  1. Proprietà digestive, può essere consumato sia caldo che a temperatura ambiente e permette di eliminare l’eventuale senso di pesantezza o gonfiore
  2. Proprietà depurative grazie alla sua elevata ricchezza in antiossidanti,ferro, calcio, vit A, B1, B2 e B3, C, aiuta la depurazione dell’organismo, il drenaggio attraverso la diuresi e quindi l’eliminazione delle tossine; in più consente di idratare il corpo e allo stesso tempo eliminare le scorie, anche grazie alla capacità che ha questa bevanda di sostenere il lavoro del fegato.
  3. Proprietà alcalinizzanti cioè svolge sul ph del sangue un’azione contraria a quella acidificante svolta da altri alimenti, tra i quali latticini e carni
  4. Proprietà dimagranti, infatti è consigliato per chi voglia dimagrire, dal momento che accelera il metabolismo riduce l’assorbimento dei grassi in eccesso mantenendo la glicemia bassa
  5. Proprietà antitumorale, antinfluenzale e anticariogenica grazie alla presenza di tannini ( sostanze polifenoliche sintetizzate nelle foglie con un’azione principalmente di difesa) potenti antimutageni e quindi antagonisti del cancro. Un’altra interessante caratteristica di questa bevanda  è quella di impedire la formazione di carie, imputata all’elevato contenuto di tannini e potenziata dalla presenza di fluoruri.tè-bancha-proprietà

Come usarlo e come prepararlo?

1)Mettere in una pentola un litro d’acqua, portare a bollore, aggiungere un cucchiaio da tavola raso di tè, lasciar bollire per circa 10 minuti.

2)Spegnere il fuoco e dopo 10/15 minuti.

Da bere lungo tutta la giornata, infatti in genere è buono anche da bere durante il pasto.

I rametti si possono utilizzare anche una seconda volta facendoli bollire qualche minuto in più, non va assolutamente aggiunto zucchero bianco, al limite si può dolcificare con miele, malti naturali o qualche chicco di uva passa.

Bevanda energizzante senza controindicazioni

Tra i benefici, il tè bancha è una bevanda adatta a grandi e piccini, essendo naturale non ha controindicazioni  rispetto ad altre alternative, come il caffè che può eccitare troppo il sistema nervoso o quasi. L’unica reale controindicazione che lo accomuna  è quella di evitare l’assunzione in caso di farmaci anticoagulanti con i quali rischia di interferire.

Dove comprarlo?

Il tè bancha a rametti o in foglie si compra nei negozi di prodotti biologici o nei negozi di prodotti naturali con un prezzo davvero abbordabile.  Il tè verde e in particolare il tè bancha sono i più indicati per coloro che seguono un regime di alimentazione naturale o per chi voglia dimagrire. Il principale vantaggio è quello di conservare gran parte delle virtù nutrizionali sopratutto se è di provenienza biologica. Questo aspetto non è da trascurare sopratutto per quei prodotti provenienti da aree geografiche dove, vengono utilizzati pesticidi di elevata tossicità, a causa dell’assenza di un’adeguata regolamentazione, in gran parte già vietati in Europa e negli Stati Uniti, presenti, invece, nei prodotti industriali convenzionali.

Ricette ed idee naturali con proprietà benefiche  tè-bancha-ricette-e-benefici

Per mantenere  le qualità organolettiche l’acqua non deve mai bollire, unite al tè bancha  una prugna umeboshi e lasciare macerare per almeno 5\ 7 minuti, potete berla sia calda che a temperatura ambiente, questa bevanda è ideale per chi ha disturbi digestivi e per depurare il fegato.

Se avete quello a rametti con un cucchiaio di salsa di soia (shoyu) mescolate bene e sorseggiare lentamente, ottima bevanda in caso vi sentiate stanchi e debilitati sia a livello fisico che mentale. Si può aromatizzare con cardamomo, stecche di cannella, anice stellato, zenzero grattugiato, scorza d’arancia o di limone, assicurandovi che siano prodotti biologici.

Lascia un commento