22 Marzo, World Water Day, la Giornata Mondiale dell’ Acqua

Prodotti biologiciCome ogni anno l’Onu chiede a tutto il mondo di ricordare l’importanza della salvaguardia dell’acqua perchè non è una risorsa infinita ma un bene prezioso per l’umanità e per il Pianeta.

E’ una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, risultato della conferenza di Rio. L’acqua è una risorsa ambientale con la valenza di un indicatore tecnologico, ecologico, economico e sociale. Secondo l’Unicef sono circa 48 milioni le persone nel mondo che non hanno accesso all’acqua potabile, mentre noi consumiamo ben 4000 litri d’acqua al giorno per alimentarci. Nei prossimi anni la situazione potrebbe peggiorare perché è attesa una riduzione delle risorse idriche disponibili del 40%. L’ONU spiega che un investimento di 107 miliardi di dollari all’anno per un periodo di 5 anni basterebbe a garantire acqua potabile e servizi igienico-sanitari adeguati a tutti i cittadini e in ogni parte del mondo.

Anche Papa Francesco ha voluto rivolgere un messaggio ai fedeli di tutto il mondo e alle autorità internazionali affinché preservino le risorse idriche del Pianeta:
“Incoraggio pertanto la Comunità internazionale a vigilare affinché le acque del pianeta siano adeguatamente protette e nessuno sia escluso o discriminato nell’uso di questo bene, che è un bene comune per eccellenza.”prodotti-biologici-universobio-acqua-giornata-mondiale

I maggiori sprechi idrici secondo gli esperti sono legati alla produzione di carne e al suo consumo, tanto che se la popolazione mondiale adottasse una dieta molto ricca di carne sullo stile di quella occidentale sarebbe necessario aumentare del 75% la quantità d’acqua utilizzata per la produzione alimentare. Se tutti seguissero una dieta povera di carne, e se la produzione della carne stessa diminuisse, ecco che si avrebbero effetti positivi sul risparmio idrico.

Green Cross Italia, ong ambientalista per lo sviluppo sostenibile, lancia invece la quarta edizione della campagna Salva la goccia e chiede a scuole, insegnanti, studenti, famiglie e singoli cittadini di contribuire al risparmio idrico. “È possibile aderire all’iniziativa compiendo azioni virtuose – si legge nel comunicato di Green Cross. – La partecipazione non richiede atti straordinari ma semplici gesti di razionalizzazione dei consumi dell’acqua, che consentono di sperimentare in prima persona le buone pratiche di riduzione degli sprechi”.

Le scuole che parteciperanno alla campagna Salva la goccia 2016 riceveranno un diploma e potranno entrare a far parte del Green school network di Green Cross Italia. La riduzione dei consumi domestici può avere benefici sorprendenti, consente di lasciare più acqua in fiumi e falde, produrre meno inquinamento idrico e consumare meno energia. L’abbiamo troppo spesso data per scontata, ma l’acqua non è una risorsa infinita. Ad essa sono legati il clima, la salute, l’agricoltura e la vita stessa del pianeta, non sprechiamola!Care Of New Life - Watering Young Plant

Lascia un commento